martedì, 23 Luglio 2024

Matera,  funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino. L’omelia di Mons. Caiazzo: “Amore non è più una bella parola, un gesto di benevolenza, ma un agire colmo di umanità: consumarsi pienamente fino alla morte”

Pubblichiamo l'omelia che mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, Arcivescovo della Diocesi di Matera-Irsina, ha pronunciato questa sera nel Palazzetto dello Sport, gremito, durante i funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino: Carissimi,...

Il 25 maggio ricorre la Giornata internazionale dei bambini scomparsi, un’occasione per tenere sempre alta l’attenzione su un fenomeno preoccupante, in quanto la scomparsa di minori rappresenta una situazione che deve essere gestita senza ritardo e senza tralasciare nessuna possibilità di ricerca. 

Per l’occasione, operatori della Polizia di Stato di Matera si sono recati in questa Piazza Vittorio Veneto e presso alcune scuole del Capoluogo per informare e sensibilizzare gli studenti sull’importanza di rivolgersi ai numeri di emergenza, qualunque sia il motivo per cui un ragazzo o una ragazza provi l’impulso di fuggire. La Polizia di Stato è pronta ad ascoltare chiunque sia in difficoltà e può offrire un aiuto concreto.

Vengono pertanto distribuiti un pieghevole informativo e un segnalibro, realizzati dalla Direzione Centrale Anticrimine del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, con consigli e numeri di telefono da contattare in caso di necessità. L’obiettivo è quello di prevenire le situazioni che spesso sono la causa di scomparsa, soprattutto di adolescenti. Il materiale informativo è disponibile anche presso l’Ufficio Passaporti della Questura.

In caso di emergenza è importante chiamare subito i numeri di pronto intervento 113 e 1.1.2. NUE; esiste il numero unico europeo 116000; un servizio dedicato ai minori scomparsi, affidato dal ministero dell’Interno, a “S.O.S. Il Telefono Azzurro-Linea Nazionale per la Prevenzione dell’Abuso all’Infanzia”.

Inoltre, è possibile fare una segnalazione anche attraverso l’Applicazione della Polizia di Stato Youpol, che consente di mettersi in contatto con la Polizia, anche in forma anonima, per episodi di violenza di genere, bullismo e spaccio di droga. L’App è attivabile su smartphone, tablet e computer e consente di trasmettere direttamente messaggi agli operatori di Polizia anche se questo non sostituisce i numeri di emergenza in caso di pericolo imminente.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap