Pubblicità

Anche quest’anno l’Associazione MUV Matera festeggia il Natale con una proposta ludica che intende ricordare le tradizioni materane. Dopo i successi della Tombola, nuovamente rieditata, del gioco dell’Oca Materana per i più piccoli e del mercante in fiera, è il momento delle Carte Materane. Si tratta di una libera interpretazione delle carte italiane ispirate a Matera ed ai suoi simboli.

“Chi, in particolare nelle festività natalizie non prende in mano un mazzo di carte per una partita a scopa, briscola, stoppa, tre sette o altro?” chiede il vice presidente Nicola Laricchia, “bene da oggi si può farlo con le carte materane”

I denari sono stati sostituiti dal grano, le spade dai falcetti, le coppe dalla ‘rizzola’ ed i bastoni dai peperoni cruschi. Per le figure, l’otto è rappresentato dalla Pupa di Matera, il nove dal cavaliere della Bruna, il Re dal nostro patrono il generale S. Eustachio.

Ideatore delle carte materane è lo stesso Nicola Laricchia, mentre i disegni sono a cura dell’artista materana Quintina Sarra, infine la grafica è curata da Domenico Bennardi.

Come sempre si tratta di una edizione molto limitata, oggetto cult di queste festività che sta andando a ruba nelle principali librerie ed alcune edicole cittadine dove è in distribuzione unitamente alle ristampe della Tombola Materana e del Gioco dell’Oca Materana.

L’Associazione MUV – Museo Virtuale della Memoria Collettiva nasce nel 2014 senza scopo di lucro e con l’obiettivo di raccogliere, condividere recuperare e valorizzare la memoria storica della città di Matera mediante la condivisione di fotografie e documenti. Attività svolta attraverso un sito web dedicato, i social network, ma anche conferenze, mostre ed iniziative ludiche.

Ormai è una consuetudine, non c’è Natale a Matera senza progetti e iniziative del MUV Matera.

Pubblicità