Pubblicità

Continua a essere un esempio per tante città europee il modello Matera 2019. In questi giorni una delegazione di sindaci, vicesindaci, rappresentanti dei Comuni e responsabili della candidatura di “Piran-Pirano 4 Istria 2025” è a Matera per ascoltare i vertici della Fondazione Matera Basilicata 2019, i cittadini, e comprendere le ragioni che hanno portato Matera a diventare capitale europea della cultura. “Siamo qui – ha detto Denio Zadkovic, sindaco del Comune di Pirano – per avere suggerimenti e imparare da quanto ha fatto Matera. Per noi rappresenta un bell’esempio di capitale europea della cultura”.

Della delegazione fanno parte anche, Danilo Markocic, Sindaco del Comune di Isola, Ales Brzan, Sindaco del Comune di Capodistria, Barbara Svagelj, Vicesindaco del Comune di Ancarano, Manuela Rojec, Vicesindaco del Comune di Pirano, Natasa Killough, rappresentante del Comune di Isola, Martina Gamboz, project manager candidatura Piran-Pirano 2025, Borut Jerman, vice project manager candidatura Piran-Pirano 2025, Alberto Cotrona, responsabile organizzazione.

In mattinata, al sesto piano del municipio, la delegazione ha incontrato il presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019, Salvatore Adduce, con cui hanno firmato una lettera di intenti. Se la candidatura “Piran-Pirano 4 Istria 2025” sarà selezionata per la fase finale (che verrà decisa nel febbraio 2020), la Lettera di intenti costituirà la base per una pianificazione più precisa e concreta delle attività congiunte da includere nel dossier finale. Qualora “Piran-Pirano 4 Istria 2025” conseguisse il titolo di ECoC 2025, verrà progettato un piano di attuazione delle attività chiaramente definito.

All’incontro in municipio hanno partecipato anche il vicesindaco, Giuseppe Tragni, che ha ricordato le principali fasi della candidatura, e Antonio Nicoletti, dello staff del sindaco.

Pubblicità