Pubblicità

Non ha esitato a esporsi raccontando la propria esperienza di degente nel reparto di otorinolaringoiatra dell’azienda ospedaliera
“Rummo” di Benevento il cantautore Giuseppe Povia, venerdì scorso ospite della cena sociale del  VII Congresso Nazionale 2019 del Gruppo Campano ORL  nella splendida cornice costiera di Cetara.

E, della buona sanità campana, non poteva esserci testimonial migliore. Povia, infatti, che a ottobre è stato operato dal dottor Francesco Giangregorio, ha sottolineato le doti professionali e umane del medico, ringraziandolo per l’umanità e la delicatezza con cui si rivolge ai pazienti.

Nel corso della serata ha cantato “Voglio respirare” – uno dei
brani contenuti nel cd “NuovoContrordineMondiale” -, un titolo che se all’inizio ha strappato un sorriso al pubblico, dopo le prime strofe ha catturato la platea. Il testo, delicato e nostalgico, si lega a una melodia molto dolce, incantevole: proprio per l’intimismo che traspare dalla canzone, non è un brano proposto da Povia durante i concerti. Poi è stata la volta de “I bambini fanno ooh” e di “Al Sud”, brano quest’ultimo, immancabile in un contesto come quello del Salernitano.

Rossella Montemurro

Pubblicità