Pubblicità

Nel pomeriggio  odierno si è tenuta, presso la Prefettura-UTG di Matera, una riunione per esaminare le problematiche connesse alla vertenza dei lavoratori addetti agli impianti di depurazione degli ambiti 8, 9, 14 e 15 dell’Acquedotto Lucano, situati in provincia di Matera, e gestiti da ETICA  S.p.A..

         All’incontro, presieduto dal Capo di Gabinetto, dott.ssa Luciana Gai,  hanno partecipato i rappresentanti di Acquedotto Lucano S.p.A.,  ETICA  S.p.A.,FP-CGIL e  FIOM CGIL di Matera

         A conclusione dell’attività di mediazione,  le due società hanno riferito di aver sottoscritto un accordo  di transazione per definire le modalità di pagamento delle somme dovute da Acquedotto Lucano S.p.A. ad Etica S.p.A. e la stessa Etica S.p.A. ha assunto l’impegno di provvedere  al pagamento delle mensilità arretrate  di settembre e di ottobre, entro fine novembre, della mensilità di novembre e delle spettanze di dicembre, entro  fine dicembre e fine gennaio.

Le organizzazioni sindacali presenti hanno pertanto annullato le iniziative di sciopero già avviate.

Pubblicità