Pubblicità

Si conferma la tendenza alla diminuzione del numero complessivo dei
feriti per i botti di Capodanno in atto dal 2012 in tutta Italia. Due feriti lievi in
Basilicata. A Matera un 51enne è stato curato all’ospedale Madonna delle Grazie
per una ferita a una mano provocata dallo scoppio di un petardo. Per l’uomo la
prognosi è di dieci giorni. All’ospedale San Carlo di Potenza una persona è
stata medicata per una leggera ustione agli occhi, causata dall’accensione di
alcuni fuochi pirotecnici e giudicata guaribile in sette giorni.

In provincia di Bari i feriti sono sette. I più gravi sono un uomo di
54 anni di Palo del Colle ricoverato all’ospedale per ustioni al volto,
l’amputazione di una falange e una lesione all’occhio, e un ragazzo di
Molfetta, che ha riportato traumi facciali e lesioni agli occhi

A Napoli e provincia il
bilancio è di 35 feriti (22 nel capoluogo e tredici in provincia), il più
piccolo ha 8 anni ed è ferito alla mano destra per lo scoppio di un petardo.

Pubblicità