Pubblicità

Nella serata di
ieri, su tutto il territorio di Matera città, al fine di incrementare l’ azione
di contrasto all’ illegalità diffusa, con particolare riguardo furti in
abitazione, i carabinieri della Compagnia di Matera, su disposizione del
superiore Comando Provinciale, hanno attuato un servizio a largo raggio, durante
i quali il normale dispositivo di controllo del territorio è stato rafforzato
da uomini e mezzi degli altri reparti dipendenti della Compagnia di Matera
(Stazione di Matera,  Montescaglioso,
Grottole, Miglionico, Pomarico, Nucleo Operativo Radiomobile). L’ attuazione di
tale strategia, sia in chiave preventiva che repressiva, ha permesso di
garantire una maggiore capillarità dei controlli in tutte le zone della città
ed inoltre in quelle più periferiche.

In particolare,
mediante l’ alternanza e la presenza di più militari ed automezzi istituzionali
presenti contemporaneamente nella medesima fascia oraria, si è proceduto a:

        
effettuare
numerosi posti di controllo alla circolazione stradale sulle varie strade della
città, interessando sia quelle urbane che periferiche;

        
diverse
perquisizioni veicolari e personali, soprattutto nei confronti di alcuni
pregiudicati del posto e provenienti dai paesi limitrofi;

        
controllare
la presenza di persone con pregiudizi penali presso alcuni esercizi commerciali
(bar ecc.) della zona.

Nell’ ambito del servizio straordinario in
questione, una delle pattuglie in circolazione, nel transitare lungo una strada
in periferia, costeggiante alcune case isolate, ha notato un’ autovettura che
si aggirava lentamente e che, alla vista dei militari, cercava di guadagnarsi
la fuga. Prontamente fermata dal personale operante, a bordo veniva riscontrata
la presenza di tre soggetti, provenienti dalla provincia di Bari che assumevano
un atteggiamento molto nervoso all’ atto del controllo. Dato il comportamento
anomalo, i carabinieri procedevano ad un’ approfondita perquisizione personale
e veicolare, nel corso della quale, si scopriva una intercapedine ricavata
artigianalmente  tra il vano porta oggetti
e la carrozzeria, all’ interno della quale erano occultate nr. 20 chiavi per
serrature, alcune delle quali anche modificate, di varia tipologia. Alla luce
di quanto emerso i tre soggetti sono stati denunciati all’ Autorità Giudiziaria
per possesso ingiustificato di chiavi alterate.

Nella stessa circostanza non potendosi
escludere che i citati pregiudicati si trovassero in zona per pianificare o
commettere eventuali furti, ed inoltre 
non essendo stati in grado di giustificare la loro presenza in loco,
venivano proposti alla locale Questura per l’ irrogazione del foglio di via
obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Matera.

Inoltre al termine delle attività di
controllo e vigilanza del territorio sono stati conseguiti i seguenti ulteriori
risultati operativi ed i particolare sono state:

        
segnalate
nr. 3 alla Prefettura di Matera, per le conseguenti sanzioni amministrative, in
quanto trovate in possesso di un totale di gr. 5 tra hashish e marijuana, per
uso personale. La droga era suddivisa in dosi e ben occultata tra i vestiti, al
fine di ostacolare eventuali controlli da parte delle forze di polizia.

        
controllate
circa 60  persone e 45 autovetture, con
il prioritario obiettivo di verificare l’ eventuale presenza di strumenti atti
allo scasso.

        
contestate
diverse contravvenzioni al codice della strada
Pubblicità