Pubblicità

Nella mattinata odierna il Prefetto di Matera ha presieduto una riunione dell’”Osservatorio Provinciale per il monitoraggio degli incidenti stradali”, con la partecipazione dei rappresentanti delle Forze di Polizia, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, del Compartimento ANAS Basilicata, della Motorizzazione Civile di Matera e dei Comandanti delle Polizie Municipali dei maggiori comuni del territorio.
Sono stati analizzati i dati relativi all’incidentalità stradale nella Provincia di Matera, registrando nell’anno 2016 una riduzione del numero dei sinistri rispetto al 2015, nonché una diminuzione del numero di persone ferite, mentre, nel primo semestre del 2017, ad un lieve incremento del numero degli incidenti, corrisponde una diminuzione di quelli con esito letale.
Dalla disamina del fenomeno, è emerso che le cause dei sinistri stradali sono spesso riconducibili al mancato rispetto delle norme di comportamento, prime fra tutte, quelle relative ai limiti di velocità, all’obbligo di dare precedenza e alla distrazione al volante.
L’occasione è stata utile per sensibilizzare i partecipanti in merito alle disposizioni diramate dalla recente Direttiva del Ministero dell’Interno, finalizzate a garantire un’azione coordinata di prevenzione e contrasto dell’eccesso di velocità sulle strade, della guida in stato di ebrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, della mancata osservanza dell’uso delle cinture di sicurezza e del casco, e di tutti quei comportamenti di distrazione del conducente, come l’uso del cellulare.
Il Prefetto Bellomo ha richiamato, quindi, l’attenzione sulla necessità di un’intensificazione dell’attività di prevenzione e contrasto del fenomeno affinché possa conseguirsi una sensibile riduzione dei sinistri stradali. A tal fine, ha evidenziato il Prefetto, si rende necessario il coinvolgimento di tutte le istituzioni preposte, chiamate a fornire, ciascuna per la parte di competenza, il proprio essenziale contributo.
In sede di tavolo tecnico, presso la Sezione di Polizia Stradale, si provvederà al coordinamento delle postazioni per la rilevazione da remoto delle violazioni al codice della strada, nonché ad incentivare l’attività di prevenzione rispetto alle violazioni conseguenti all’uso dei telefonini e al mancato utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

Pubblicità