Pubblicità

Si avvia una nuova fase per la FerrosudSpa di Matera, con l’insediamento, avvenuto lo scorso 5 dicembre, del nuovo Consiglio di Amministrazione presieduto da Giovanni Pecci, che ha provveduto ad approvare le linee guida per la salvaguardia dei 90 posti di lavoro ed il rilancio delle attività.
Le linee guida riguardano sia le azioni da mettere in campo nel breve periodo, volte a contrastare l’imminente minaccia della chiusura dell’azienda, che le direttive di medio periodo per il consolidamento e lo sviluppo della società.
La strategia di breve periodo prevede il completamento del contratto in essere con Trenitalia entro fine 2018, l’ultimazione dell’attuale commessa di manutenzione dei carrelli dei treni ETR500 presso lo stabilimento Trenitalia di Vicenza, la manutenzione dei carrelli, respingenti e abarre antirollio dei treni di Trenord (bandi di gara vinti a fine Novembre 2017), la partecipazione alle gare di Trenitalia, Trenord e altri operatori inerenti manutenzioni ordinarie e straordinarie da effettuare anche in regime di servicing presso le committenti, l’acquisizione di contratti da Rete Ferroviaria Italia (RFI) relativi alla manutenzione di mezzi d’opera (grazie alla recente iscrizione di Ferrosud all’albo dei fornitori di RFI), la partecipazione, in qualità di partner qualificati, ai bandi di Trenitalia per l’adeguamento dell’impianto antincendio della flotta degli ETR500, Vivalto e MDVC, la verifica della possibilità di vendita di 25 carri Megafret in stato avanzato di realizzazione e in giacenza presso lo stabilimento Ferrosud, l’allargamento del perimetro delle attività aziendali nel settore della riduzione della volumetria delle carrozze e dei carri merce, resa possibile dal recente ottenimento del provvedimento di iscrizione all’albo gestori ambientali.
Le attività sopra riportate – da svolgere nel corso del 2018 – dovrebbero consentire di traghettare l’impresa in continuità aziendale al 2019, anno base del rilancio dell’azienda,da attuare lungo le seguenti direttive: partnership industriale con le società aggiudicatarie delle gare per la costruzione a nuovo della flotta regionale di Trenitalia (Hitachi, Alstom, Bombardier), per l’ottenimento di lavori in subforniturada effettuare presso lo stabilimento Ferrosud, espansione delle attività di riduzione volumetrica delle carrozze, carri merce e mezzi di locomozione, continua partecipazione a gare indette da Trenitalia e altri operatori (sia in regime di servicing che presso lo stabilimento), accordo strategico con un partner commerciale, con eventuali sviluppi di partecipazione azionaria.
Il Presidente Pecci e il Consiglio di Amministrazione, si sono impegnati a presentare – entro i primi mesi del 2018 – un particolareggiato piano industriale secondo le linee guida sopra descritte, al fine di assicurare il completo rilancio di un’azienda che ha sempre generato lavoro e ricchezza per l’intero territorio.

Pubblicità