Vendeva online case vacanza inesistenti: è di Policoro il "re delle truffe" arrestato dai Carabinieri di Isernia



Vendeva online soggiorni in case vacanza della riviera romagnola e della Maremma toscana: un 40enne di Policoro (Matera), ma residente a Isernia, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Investigativo per 31 truffe cui sono stati vittime altrettanti internauti di tutta Italia. Il metodo era sempre lo stesso: l'uomo pubblicava falsi annunci su una nota piattaforma web. L'offerta era per brevi soggiorni tra luglio e agosto 2018.  Le vittime lo contattavano via telefono e si mettevano d'accordo sulle modalità di pagamento della caparra, in genere 300 euro da versare tramite Postepay Evolution. Poi l'uomo spariva dalla circolazione e con lui anche la casa per le vacanze. Le fasi dell’indagine sono state illustrate in conferenza stampa a Isernia dal Procuratore Carlo Fucci e dal tenente colonnello dei carabinieri, Gennaro Ventriglia.
Delle 31 truffe, 13 sono state denunciate e hanno un valore complessivo di 10 mila euro, per le restanti 18 gli investigatori stanno identificando le vittime.