Inseguimento e speronamento nella notte nelle campagne di Matera. 39enne arrestato dai Carabinieri per furto di mezzi agricoli



La scorsa notte, in località Viglione di Matera, i Carabinieri del Comando Provinciale di Matera, nell’ambito di specifici servizi predisposti su base provinciale per prevenire i reati contro il patrimonio e nello specifico i furti di mezzi d’opera dalle aziende agricole e cantieri della provincia, servizi rientranti in un’ampia strategia di contrasto messa a punto dall’Arma recependo le attente indicazioni del Prefetto, hanno tratto in arresto un 39enne residente a Santeramo in Colle (BA), ampiamente noto alle forze dell’ordine, resosi responsabile di furto aggravato, ricettazione, danneggiamento e resistenza a Pubblico Ufficiale in concorso con altro soggetto al momento rimasto sconosciuto perché riuscito a fuggire facendo perdere le proprie tracce nelle impervie campagne circostanti.
In particolare, i Carabinieri sono riusciti ad intercettare una Fiat Tipo di colore bianco che si aggirava con fare sospetto tra le stradine di campagna nei pressi di alcune aziende agricole, lungo la SP 22. I Carabinieri hanno appurato che i malviventi, poco prima avevano saccheggiato un’azienda agricola rubando 2 motozappe e altro materiale vario. Nel tentativo di allontanarsi dal luogo del furto percorrendo la S.P. 22, sono stati intercettati dai militari. La Fiat Tipo ha cercato di seminare i Carabinieri che sono però riusciti a sbarrarle la strada in entrambe le direzioni. A quel punto ai malviventi non è rimasto che provare a sfondare il muro creato dai Carabinieri, speronando entrambe le autovetture militari. Subito dopo, mentre il passeggero è riuscito a darsi alla fuga attraverso i terreni circostanti, l’autista è stato bloccato dai Carabinieri, miracolosamente rimasti incolumi nonostante l’impatto. L’immediata perquisizione della Fiat Tipo ha consentito di recuperare attrezzature varie per la coltivazione dei campi, tra le quali 2 motozappe, asportate poco prima presso un magazzino poco distante e tutto l’occorrente per scassinare porte e finestre degli immobili oggetto delle attenzioni dei malviventi. I Carabinieri hanno setacciato le campagne circostanti, scoprendo all’interno di una masseria abbandonata in località Santa Candida, altre 2 autovetture, una Lancia Libra ed una Lancia Y risultate rubate rispettivamente il 27 agosto a Matera ed il 15 settembre ad Altamura (BA). Attualmente sono in corso le operazioni per la restituzione del materiale rinvenuto agli increduli, ma soddisfatti, legittimi proprietari. La persona fermata è stata accompagnata presso la Caserma di Matera dove, al termine degli accertamenti, è stata dichiarata in stato di arresto e tradotta presso la Casa Circondariale di Matera su disposizione dell’Autorità Giudiziaria mentre sono ancora in corso le indagini finalizzate alla identificazione e rintraccio del complice.