Matera, sabato nella Libreria Di Giulio presentazione del libro di Tina Festa “Trovare la poesia nascosta”



Sabato 31 agosto 2019 alle ore 19 presso la Libreria Di Giulio in via Dante 61 a Matera Tina Festa presenta il libro “Trovare la poesia nascosta” – casa editrice La Meridiana.
In questo incontro scoprirete le origini del Metodo Caviardage, la sua visione del mondo e come essere creativi e indipendenti dagli schemi, trovando un modo tutto nostro unico e irripetibile per rivalutare le emozioni e comprendere l’incredibile potere che le parole e le stesse emozioni hanno sulla nostra vita. Solo se impariamo a scoprire quello che è celato in noi e intorno a noi avremo fatto un passo avanti nella costruzione di un domani più a misura di persona.
L’ingresso è libero.
Il libro
A tutti, prima o poi, capita di cimentarsi con la scrittura di testi poetici per esprimere attraverso le parole le proprie emozioni. Non sempre però ci riusciamo! Il foglio bianco ci blocca, ci incute timore e ci fa desistere privandoci della possibilità di fare poesia.
Il Metodo Caviardage è un utile strumento che permette di superare il blocco creativo per poter condividere il nostro sentire. Questo libro vi illustrerà come fare… educando alla Bellezza. La pratica costante del trovare la “poesia nascosta” in noi e intorno a noi diventa un’attitudine mentale ed etica e l’incontro con la bellezza ci fa riscoprire il gusto della vita e permette di conoscere “luoghi” del nostro essere ancora inesplorati.
In questo libro scoprirete le origini del Metodo Caviardage®, la sua visione del mondo e come è possibile utilizzarlo per se stessi come pratica di benessere, di meditazione e, se adeguatamente formati, come strumento di lavoro nella didattica scolastica, nel counseling, in arte terapia, psicoterapia e nelle relazioni di aiuto.
L’autrice
Tina Festa vive a Matera e qui divide il suo tempo tra l’insegnamento nella Scuola Primaria e la libera professione nel campo della didattica delle arti. Dal 2010 è insegnante certificata in Zentangle che le ha ispirato un nuovo approccio didattico dedicato alla pratica di segni e grafemi e destinato alla Scuola dell’Infanzia: gli Scarabocchi Zen. Nel 2014 ha creato il Metodo Caviardage dopo averlo sperimentato personalmente dal 2009.