Matera, pronta per James Bond la suite dell’hotel Balcony Build. Qualche polemica a Gravina per il set nell'area archeologica



Per James Bond è ormai pronta la suite dell’hotel Balcony Build con decorazioni floreali e tre grandi finestre con vista mozzafiato sui Sassi.

La struttura a Calata Ridola, uno dei set più fotografati del prossimo film con 007, è stata realizzata dalla falegnameria Cappiello di Antonio ed Eustachio Cappiello. Responsabile dei lavori dell’imponente scenografia è un altro materano, l’ingegner Fabio Mazzilli.

Centinaia, ogni giorno, i turisti in fila a piazzetta Pascoli per un selfie con lo sfondo che ospiterà alcune delle scene probabilmente proprio con l’agente segreto di sua maestà britannica interpretato da Daniel Craig. Un cameo nella pellicola potrebbe averlo anche il principe Carlo d’Inghilterra che i produttori di “Bond 25” (titolo provvisorio) stanno “corteggiando” insistentemente: la presenza dell’erede al trono sarebbe un richiamo enorme per il film di Cary Fukunaga.

Certa, invece, la presenza nel cast di Rami Malek, Léa Seydoux - già Bond Girl nell'ultimo Spectre - Ana de Armas, Ralph Fiennes, Naomie Harris,  Ben Whishaw, Jeffrey Wright e Rory Kinnear come annunciato nelle scorse settimane dai produttori della saga, Barbara Broccoli e Michael G. Wilson. Adesso a Matera si attende solo il primo ciak.

Intanto, è polemica a Gravina dove la troupe si è insediata fra l’area archeologica del Padre Eterno (una necropoli di raro interesse), il pianoro della Madonna della Stella e il costone della gravina che, sembra, saranno location di scene spericolate e piuttosto impattanti - ci sono ruspe, escavatori ed è stato posizionato uno stato di breccia - per il territorio, tanto che da aver resa necessaria un'interrogazione di due consiglieri comunali: per 21 secondi di notorietà internazionale è giusto “barattare” tesori millenari?
Rossella Montemurro