A Bucarest una finestra su Matera: il 9 iniziativa all’Istituto di Cultura con Pino Suriano, Federico Valicenti e la nipote di Dinu Adamesteanu





Il Presidente della Società Dante Alighieri di Matera, Pino Suriano (nella foto), e il “cibosofo” Federico Valicenti saranno “ambasciatori culturali” a Bucarest per aprire “Una finestra su Matera”. Prenderanno parte all’iniziativa in programma martedì 9 aprile alle 17.30 presso l’Istituto italiano di cultura di Bucarest. L’evento è patrocinato dall’Ambasciata d’Italia a Bucarest e dalla Fondazione Matera 2019. La serata, dedicata alla storia, all’arte e alla cultura lucana, si aprirà con l’inaugurazione della mostra “I Paesaggi del Sud di Constantin Udroiu”, pittore romeno che elesse la Basilicata a sua terra artistica. Seguirà una tavola rotonda con ospiti l’archeologa Mihaela Adamesteanu, nipote del famoso archeologo Dinu che svelò la Magna Grecia lucana, il cibosofo Valicenti e Pino Suriano. A seguire il Direttore artistico di Matera inCanta Dante, Franco Palmieri, proporrà un reading di poesie di autori lucani intitolato “Le pietre parlano”.
 L’iniziativa, promossa da due docenti italiane provenienti dalla Basilicata, la traduttrice e docente della Scuola Italiana Aldo Moro di Bucarest Serafina Pastore e la ricercatrice di Storia delle Relazioni Internazionali dell’Università di Bucarest Ida Valicenti, entrambe appassionate della Romania, dove si sono conosciute, è nata in seguito alle loro diverse collaborazioni con l'intento comune di valorizzare e promuovere i legami artistici e culturali tra Romania e Basilicata. L’evento nasce nel solco del sempre più ampio interesse che la Basilicata, a seguito della ribalta di Matera, sta suscitando nelle sue diverse dimensioni. Significativa e simbolica la presenza della nipote di Dinu Adamesteanu, un rumeno che ha dato tantissimo alla Basilicata valorizzandone ampiamente il patrimonio archeologico quando ancora non se ne aveva piena coscienza. Un vero simbolo del legame tra la terra lucana e la nazione rumena.