Kickboxing, weekend di fuoco per la materana Dynamic Center. Gli allievi del Maestro Tralli portano a casa tre ori e un argento


Si è chiuso un weekend di fuoco per la Dynamic Center di Matera impegnata su più fronti a Lecco, Genova e Napoli.
Il primo impegno di questo fine settima è stato il 9 marzo a Lecco dove Gianni Melillo di Valenzano è stato impegnato in un incontro di MMA nel prestigioso circuito del Venator opposto al fortissimo Michelangelo Colangelo. Il match si chiude dopo soli due minuti, in uno scambio di colpi l'atleta di Valenzano riceve un circolare al fegato e piega le gambe. L’arbitro centrale in maniera troppo precoce decreta l'out , l'avventura di Gianni Melillo al Venator s chiude con un po’ di rammarico poichè l'arbitro centrale è stato troppo impulsivo nel fermare il match.
Grande trionfo a Napoli, invece, per la delegazione di ragazzi seguiti all'angolo dagli instancabili Angelo Zimmari e Rocco Esposto.
 
 
Il primo a salire sul ring è Vito Montemurro -57 Kg K-1 che inizialmente subisce l’influenza dell’avversario ma ascoltando l’angolo gli infligge un gancio destro che lo fa indietreggiare. Da quel momento in poi Vito sfoggerà un bagaglio di tecniche che gli permetterà di vincere tutte e tre le riprese. Il secondo a salire sul ring è Eugenio Di Pede (in copertina) -71 Kg low Kick che dal suono della campana infligge all’avversario colpi fortissimi di low kick costringendolo a restare sulla difensiva. Nella seconda ripresa Di Pede continua a bersagliare l’avversario con colpi fortissimi causandogli il conteggio da parte dell'arbitro centrale. Vittoria indiscussa di Eugenio. Poi è la volta di Alessio Vivilecchia che fin dall’inizio subisce pressioni dal suo avversario. Alessio, che non ascolta l’angolo, permette al suo avversario di portarsi in vantaggio. Nella seconda ripresa invece è il materano a mettere in difficoltà l’avversario ma purtroppo questo non basta e l’arbitro favorisce il padrone di casa.
 
 L'ultimo a salire sul ring è il piccolo ma grande Eustachio Gravela che al suono della campanella inizia a pressare il suo avversario non dandogli modo di reagire. Eustachio lo martella di colpi senza fermarsi e lo stesso accade nella seconda ripresa. Gli arbitri assegnano la vittoria netta a Gravela. La giornata partenopea si conclude con il ritorno a casa pienamente soddisfatti per il risultato, con tre medaglie d’oro e una d’argento.
Ultimo a gareggiare è Danilo Andrulli impegnato a Genova in un match preparatorio in virtù dei prossimi Campionati Italiani.
L'atleta Materano è stato accompagnato all'angolo dal Direttore Tecnico della Nazionale Italiana di K-1 Marceddu Gianpietro.
Al suono della campanella Danilo parte contratto e il padrone di casa prende un po’ di vantaggio, nella seconda ripresa il fighter materano si sveglia e recupera lo svantaggio, nella terza e ultima ripresa entrambi gli atleti danno vita a un match di altissima caratura tecnica. A fine match i giudici decretano l'incontro pari.
Prossimi impegni per la Dynamic Center di Matera i Campionati Italiani Assoluti che si terranno a Riccione dal 12 al 14 aprile.