Gardentopia apre la primavera di Matera 2019



La primavera di Matera2019 si aprirà con una iniziativa che coniuga creatività, arte, socialità e ambiente. Il 21 marzo, infatti, con la performance 100 Alberi per Gardentopia verrà inaugurato il Giardino Evolutivo della Fondazione Matera Basilicata 2019.
L'azione è ispirata a una delle più celebri e grandi opere di arte pubblica di Joseph Beuys, 7000 Oaks Trees (7000 alberi di quercia) in cui l'artista, in occasione della prestigiosa manifestazione di arte contemporanea Documenta 7 a Kassel, in Germania, ha proposto la piantumazione di 7000 querce nella città.
Cento alberi di molte varietà di frutti minori (sorbo, azzeruolo, corbezzolo, fichi, carrubi, susini, cotogno ecc.) verranno piantumati nei giardini pubblici e collettivi della rete Gardentopia della Basilicata, un bene comune diffuso dal forte valore simbolico.
In particolare, saranno interessati tutti I 30 giardini di comunità individuati dalla Fondazione (6 a Matera, 1 a Potenza e 23 nel resto della regione).
La manifestazione si svolgerà in due parti della giornata e vedrà il coinvolgimento di due artisti, Luigi Coppola e Leone Contini. Il primo lavora intorno alla storia delle piante, con un approccio più umanistico e, grazie alla sua preparazione, riesce a spiegare in modo chiaro e coinvolgente le origini delle piante e i loro viaggi. Il secondo è un artista concettuale che lavora con le comunità per trasformare i giardini in spazi non solo da vedere e ammirare, ma anche da vivere.
Nel corso della mattinata del 21 marzo al Casino Padula, nel rione Agna, Coppola incontrerà gli studenti  delle elementari e medie (Istituto comprensivo Semeria plesso Don Milani) del quartiere e quelli dell’istituto agrario e del Liceo artistico di Matera per avviare la trasformazione degli spazi antistanti la sede dell’Open Design School in un giardino di comunità attraverso un processo partecipativo e la collaborazione dell’Ods.
Nel pomeriggio, a Matera, arriveranno i delegati di tutti i comuni che fanno parte della rete Gardentopia che si uniranno agli abitanti del quartiere e a tutti i cittadini che lo vorranno per partecipare tutti insieme a un tour in risciò fra i giardini di comunità realizzati in città. Ad ogni tappa ci saranno performance artistiche con il seguente calendario: al Giardino dei momenti (via La Quercia) spettacolo di magia con l’associazione “La Capa o sciuc”; a Agoragri (viale Italia) performance di food design con Cozigha Nomade; alla Pascoli, giardino Spighe Bianche (via Lazzazzera) esibizione dei Cantori Materani diretti da Alessandra Barbaro. In tutti i giardini Luigi Coppola proporrà le sue performance attraverso la piantumazione degli alberi. Dopo il tour si tornerà al casino Padula per partecipare a una performance di Contini e passare la prima serata di primavera insieme a un dj set. Qui tutti i comuni riceveranno alberi da piantumare nei propri giardini.
Partner del progetto è Coldiretti che offrirà i cento alberi e le cento balle di fieno che andranno a definire lo spazio di un grande anfiteatro all’aperto. Sempre coldiretti, per tutta la giornata, offrirà della frutta ai partecipanti.
Il Giardino Evolutivo è un progetto partecipativo che vuole sperimentare insieme a una vasta rete di giardini collettivi una visione aperta della pratica della riproduzione vegetale cercando di sfuggire alle logiche della dominazione della natura, dell’uniformità, della monocultura e abbracciando logiche di ibridazione intraspecie, contaminazione,  circolazione e complessità.
Le azioni che si svilupperanno hanno un forte intento pedagogico e di cambiamento culturale e sono al servizio di una vasta rete coltivatori di cambiamento locale.  L'idea è quindi di lavorare sul concetto di riproduzione sia in termini sociali che agricoli. Il processo costruirà quindi una banca evolutiva di piante e semi a partire dalle varietà tradizionali e costruirà un patrimonio materiale e immateriale per le generazioni future.