Policoro, al via al "Fermi" un ricco piano di attività culturali che incrocia e declina l’evento di Matera 2019


Un ricco piano di attività culturali che incrocia e declina l’evento di Matera 2019. E’ la risposta che la scuola ha voluto dare all’opportunità di Matera Capitale, declinando lo studio del territorio secondo tante prospettive disciplinari con una rassegna annuale di eventi culturali dal titolo “Matera 2019, la Cultura, il Fermi”, che accompagnerà gli studenti nell’anno d’oro di Matera. 
Si comincia con la matematica. Il ricco carnet di iniziative prende infatti il via sabato 9 febbraio, alle ore 11, presso l’auditorium dell’Istituto Fermi di Policoro con una conferenza dal titolo “La visione matematica della Basilicata”, a cura della professoressa Sandra Lucente, docente del Dipartimento di Matematica dell’Università degli Studi di Bari. L’iniziativa è promossa in collaborazione con il Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Istituto Fermi. 
Allo sguardo e all’approfondimento del territorio si richiamano le altre iniziative: differente, però, è la lente di osservazione. Si continua infatti con la letteratura, grazie all’intervento di Stanislao De Marsanich, presidente nazionale dei Parchi Letterari, che farà conoscere ai ragazzi le esperienze e il valore dei Parchi Letterari lucani. Nel piano delle attività anche un incontro con Gabriele Scarcia, autore del libro “Il tesoro della Basilicata. Paesaggio e arte” (Ed. La Nave di Teseo), vincitore del Premio Letterario Carlo Levi (sezione saggistica nazionale). Non mancherà uno sguardo al patrimonio folcloristico della Basilicata, con la lezione concerto sulla musica tradizionale lucana a cura di Rocco Laguardia (cantautore) e Veronica Costi (giornalista). 
Il tutto non avrebbe senso senza un momento di visita alla Capitale della Cultura, che non sarà però estemporanea, ma il momento culminante di un percorso di studio e approfondimento a cura della ricercatrice Unibas dott.ssa Lia Manolio. 
Il Dirigente Scolastico dell’I.I.S. Fermi, professoressa Giovanna Tarantino (nella foto), ha annunciato con queste parole il piano delle attività: “Non abbiamo voluto che il nostro coinvolgimento al grande evento di Matera 2019 si riducesse a una adesione distante o puramente passiva alle numerose iniziative proposte. Come istituzione scolastica ci siamo invece chiesti quale potesse essere la possibile interconnessione tra il grande evento e quello che è il nostro primario obiettivo: l’educazione delle giovani generazioni. Oltre a partecipare al concorso “Dalle scuole per le scuole”, abbiamo anche pensato a una declinazione programmatica che desse agli studenti l’opportunità di conoscere la rilevanza culturale del territorio a più livelli: artistico, letterario, architettonico e matematico. Siamo stati mossi da un’idea di fondo che ha informato, ci sembra, anche l’agire della Fondazione: quella di rendere il patrimonio culturale della Basilicata fruibile anzitutto agli stessi lucani. Ne è venuto fuori un programma ricco e unitario”. 
Tutte le iniziative della rassegna del Fermi hanno ottenuto il patrocinio della Fondazione Matera-Basilicata 2019.