“L’après-midi d’un foehn”, lo spettacolo di Circus+ incanta a Matera grandi e piccoli


Delicato, onirico, impalpabile: può essere definito così “L’après-midi d’un foehn”, andato in scena  nel Grand Chapiteau per la programmazione di Circus+ tra gli eventi promossi dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019.

Una suggestione continua, iniziata fin dai primi passi del pubblico verso una scatola nera, in penombra all’interno, con un il palco circondato da un dispositivo di ventilazione. Sulla scena c’è una donna, inginocchiata, avvolta da una mantella nera. Con gesti lenti e ipnotici le sue mani modelleranno alcune buste di plastica dando vita a veri e propri burattini che “dirigerà” in una danza particolare accompagnata dalle note di Claude Debussy. Le forbici, un bastone e un ombrello saranno gli unici strumenti con i quali accompagnerà gli insoliti ballerini, mossi dal vento.

Originale e molto ben curato, “L’après-midi d’un foehn” ha entusiasmato i bambini e ha affascinato gli adulti, strappando applausi meritatissimi.

Lo spettacolo è firmato da Phia Menard della Compagnia Non Nova. La Menard è un'artista francese. Folgorata dall'incontro con Jerome Thomas, a vent'anni, nel 1991, scopre che la sua vocazione per le arti performative è orientata verso la giocoleria, un grimaldello che le permetterà di aprire molte porte. Vent'anni fa, nel 1998, dà vita alla compagnia Non Nova, con cui esprime il suo talento di autrice e di regista.

Rossella Montemurro