“Il voto basso non è un abuso”. A Matera assolto il professore che fu prima aggredito e poi denunciato dal padre di una studentessa


"Durante l'esercizio istituzionale dei poteri di valutazione attribuiti al docente" dare a uno studente un voto basso "non rientra nell'abuso dei mezzi di correzione". Lo ha scritto il giudice del Tribunale di Matera Valerio Giovanni Antonio Sasso nella sentenza con cui ha assolto Michele Ruscigno - difeso dall'avvocato Michele Porcari -, professore di matematica e fisica del Liceo scientifico "Dante Alighieri" della città de Sassi, che era stato denunciato dai genitori di una sua alunna. Nel dicembre 2016, durante i colloqui scuola-famiglia lo stesso insegnante fu aggredito dal padre della studentessa, riportando una prognosi di 30 giorni. (ANSA)