Il Comune di Matera affida a Italgas la gestione della rete gas di Borgo Picciano A


 Comune di Matera e Italgas hanno sottoscritto oggi un accordo per l’affidamento in comodato gratuito in capo a Italgas Reti della rete di distribuzione del gas naturale a servizio di Borgo Picciano A.
L’infrastruttura ha uno sviluppo complessivo di oltre un chilometro di condotte stradali, per circa cinquanta famiglie potenziali servite e sarà alimentata attraverso l’interconnesione con la rete dell’Area di Sviluppo Industriale “La Martella”.
L’accordo rientra nel quadro delle attività finalizzate a ottimizzare il servizio di distribuzione del metano nel territorio comunale, di cui Italgas è concessionaria, e consentirà di alimentare il tratto di rete senza ulteriore consumo di suolo. 
L’estensione della gestione a Italgas della rete di Borgo Picciano A consentirà di garantire la continuità del servizio in maniera sempre più efficiente, secondo criteri di economicità, sicurezza e sostenibilità. L’utilizzo del gas naturale produce, infatti, emissioni in atmosfera in quantità assolutamente trascurabili che, a parità di energia prodotta, sono inferiori a quelle emesse dagli altri combustibili fossili.
L’assessore ai Lavori Pubblici, Nicola Trombetta, esprime “soddisfazione per l’intesa tra Comune e Italgas per l’affidamento in comodato gratuito della rete di distribuzione del gas metano nel Borgo Picciano A. L’intesa è arrivata al termine di un lungo iter burocratico e amministrativo partito nel 2014, in cui il Comune ha dovuto sbrogliare una matassa complicata, grazie alla collaborazione del Consorzio per lo sviluppo industriale e del suo presidente Carlo Chiurazzi, alla società Sviluppo Energia e all’Italgas. I lavori per l’allacciamento alla rete del metano sono stati realizzati dall’Amministrazione comunale e sono partiti nel 2016. Oggi raccogliamo i frutti di un lavoro che ha visto coinvolte molte professionalità presenti all’interno del Comune. Nel giro di qualche giorno l'Italgas provvederà ad installare, per i cittadini che ne hanno fatto richiesta, i contatori del gas".