Parcheggio La Martella, avviato il cantiere. Opera pronta per la cerimonia di inaugurazione dell’anno di Matera Capitale



Cantiere aperto per la realizzazione del parcheggio nella zona della stazione Rfi di La Martella. Questa mattina i tecnici del Comune hanno consegnato l’area per l’avvio dei lavori. 
L’infrastruttura temporanea sarà utilizzata fino ad aprile 2020 per migliorare la mobilità cittadina per tutta la durata degli eventi previsti in città per il 2019.
300mila euro il costo dell’opera che è stata appaltata alla ditta Edil Carone Srl di Corleto Perticara. La chiusura del cantiere è prevista entro il mese di gennaio 2019 ma l’area di sosta sarà fruibile prima del 19 gennaio per permetterne l’utilizzo in occasione dell’inaugurazione dell’anno di Matera Capitale.,
Il progetto consiste nella realizzazione di 438 stalli per auto (11 destinati ai diversamente abili), di 28 posteggi per i bus e di aree di scambio intermodale di trasporto con navette e taxi, garantendo condizioni idonee di sicurezza ed un adeguato livello di erogazione dei servizi. 
L’ingresso al parcheggio è previsto dalla strada provinciale “Papalione” attraverso una rampa di accesso a doppia corsia. Centralmente saranno costruite: aiuole spartitraffico, banchine e marciapiedi per creare aree di sicurezza per i pedoni. L’area di sosta sarà dotata di bagni con vasca chimica, di un servizio di guardiania e di un impianto di illuminazione adeguato per consentirne la fruizione anche in orari notturni. 
A conclusione del periodo di concessione delle aree, di proprietà di Rfi (aprile 2020), tutte le opere di facile rimozione saranno smontate e portate in appositi locali comunali per successivi riutilizzi.
“Inizia a prendere corpo – sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici, Nicola Trombetta - il programma delle opere strettamente collegate allo svolgimento delle iniziative previste per il 2019. Il parcheggio nell’area della stazione ferroviaria di La Martella, ci consentirà di limitare l’ingresso in città di auto e bus turistici e quindi di evitare flussi di traffico eccessivi nelle zone urbane più sensibili. Il parcheggio sarà servito da navette bus che trasporteranno i visitatori nel centro storico”.