Matera, il 13 iniziativa di preghiera, riflessione e dibattito nella Parrocchia di San Pietro Caveoso

La Parrocchia di San Pietro Caveoso a Matera (foto Maria Salzano) in occasione della Festività di S. Lucia, il 13 dicembre, come in altri momenti importanti del cammino pastorale, promuove una iniziativa di preghiera, riflessione e dibattito.
Mai come in questo anno, per la criticità che contraddistingue il presente storico e contestuale sia in ambito internazionale che locale, s'impone una necessaria e coraggiosa ricerca in dialogo di uno stile di vita fraterna e accogliente, in un tempo di grande confusione, incertezza e contrapposizioni generalizzate. Questa motivazione è necessaria per ispirare un agire consapevole, che allontani da ciascuno la tentazione di lasciarsi andare a scelte inconsulte dettate da reazione e violenza, sentendosi travolti dagli eventi e dalle spinte estranee al Disegno creatore che ha generato la nostra vita. Stiamo vivendo un tempo di grandi contrapposizioni e tentativi di schiacciare dall’alto i più deboli. Così, non importa la comune dignità umana, ma l’interesse e la supremazia degli uni sugli altri e di alcuni su tutti gli altri. Perciò, all’intorno sembra aumentare a dismisura la chiusura nella superbia e negli egoismi di parte, singolarmente e nelle espressioni politiche, economiche, sociali, finanziarie, istituzionali e nel piegare anche gli strumenti di legge agli interessi di parte. Con questo panorama deve confrontarsi la nostra parrocchia.
Il programma pastorale 2018-2019 della Parrocchia è, così, teso a rimarcare la necessità di trovare dentro di sé e con gli altri la forza di aprirsi e di proporsi, con capacità di ascolto e di servizio, in una luce nuova.
La comunità è impegnata, di fronte al bisogno, a farsi ancora più forte, solidale e coesa con un programma d'azione alto ed adeguato allo scopo.
Consapevole della fede che ci ha generati, dell'appartenenza alla fraternità ecclesiale, con l'unico fine che accomuna nel servire l'annuncio del Vangelo, nonché consapevole della contemporaneità e contestualità in cui l'opera profusa va a collocarsi, ciascuno deve in tal senso interrogarsi rispetto alla propria capacità di ricerca in dialogo e spirito di servizio nei propri rapporti interpersonali, nell'espletamento del proprio compito in ambito familiare, professionale, culturale, sociale ed economico, nel rapporto con gli altri componenti della Comunità e con tutti coloro che con essa si interfacciano o che semplicemente s'incontrano (anche immigrati, anche semplici turisti, visitatori e passanti d'un giorno o di un istante), adottando uno stile ed un approccio aperto e volto al servizio.
Con la medesima sensibilità è stato costruito anche il programma di eventi promossi in occasione della festività di S. Lucia il 13 dicembre prossimo.
Come ogni anno, la Parrocchia ha previsto due momenti intensi e complementari: la celebrazione Eucaristica, che sarà presieduta alle ore 16.00 da S.Ecc.za Mons. Giuseppe Antonio Caiazzo nella suggestiva chiesa di santa Lucia alle Malve e l’approfondimento con dibattito che seguirà presso la Chiesa di S. Pietro alle ore 17.00. Il tema proposto è: “Santa Lucia vergine e martire. Testimone della luce di verità che viene dal Verbo della Vita fatto uomo”.
Verranno offerti spunti storici, dottrinali e pratici a cura di Pietro Petrillo e Margherita Agata.
PROGRAMMA
Ore 16.00   Chiesa di santa Lucia alle Malve:
Eucaristia presieduta da S.Ecc.za Mons. Giuseppe Antonio Caiazzo
Ore 17.00   Parrocchia dei santi Pietro e Paolo al Sasso Caveoso:
Lucia con la sua vita e il suo Martirio testimonia Gesù che si è fatto servo dando la sua vita per i fratelli            (Dr. Pietro Petrillo)
La vita e il martirio di santa Lucia concreto esempio della logica di vita di Gesù                                             (don Leo Santorsola)
Conclusioni:        S.Ecc.za Mons. Giuseppe Antonio Caiazzo
Concerto: 19.00            Messa dell'Incoronazione K.317 di W. A. Mozart
Orchestra del Conservatorio Duni di Matera
Direttore: Giuseppina Conti