La Questura potenzia l'organico. Il prefetto Bellomo: "Non ci sono, al momento, rischi specifici legati all’evento Matera 2019"



Non ci sono, al momento, rischi specifici legati all’evento Matera 2019. Lo ha sottolineato in mattinata il prefetto Antonella Bellomo che, con il questore Luigi Liguori, ha incontrato i giornalisti.
In vista del 2019, quando la città sarà Capitale europea della cultura, e della trasmissione di Capodanno su Rai Uuno, la sera del prossimo 31 dicembre, a Matera sono giunte 18 unità aggiuntive della Polizia.
Delle 18 nuove unità in servizio a Matera, dieci saranno utilizzate per potenziare la vigilanza nel centro storico e nei rioni Sassi, sei per aumentare il servizio delle volanti e due sono dirigenti - il commissario capo Elisa Monsone e il vicequestore Maria Spartà. Dieci unità rimarranno in servizio nella questura di Matera mentre il dirigente e il direttivo sono aggregati temporaneamente.
E' quindi raddoppiato il numero di Volanti che perlustrano quotidianamente la città dei Sassi innalzando il livello di sicurezza. Per il Capodanno della Rai saranno circa 500 gli uomini delle forze dell’ordine che scenderanno in campo.
«Stiamo avendo grande attenzione da parte del ministero dell’Interno. L'invio a Matera di nuove unità della Polizia - ha detto il prefetto - è il segno dell’attenzione dello Stato per la sicurezza in vista del 2019. Mercoledì prossimo, altri aspetti saranno approfonditi in una riunione alla quale parteciperà un alto dirigente della Polizia». Bellomo, inoltre, ha annunciato l'arrivo a Matera di altre dieci unità dei Vigili del fuoco: «Le procedure - ha detto - sono già state avviate ed è necessario attendere la loro conclusione».
Il questore ha spiegato che saranno organizzati «tavoli tecnici» per ogni appuntamento del programma da realizzare nel 2019; inoltre, aumenterà il numero delle telecamere, da trenta a quaranta, sarà resa più sicura la rete telefonica, saranno accresciuti i servizi di intelligence e gli agenti in servizio sulle auto della Polizia avranno a disposizione terminali integrati per accedere alle banche dati e svolgere controlli più approfonditi. Per la trasmissione televisiva di Capodanno, saranno resi disponibili fino a quattromila posti auto agli ingressi di Matera.
Sarà utilizzato anche il sistema Mercurio che consente di avere sulle auto della Polizia una vera e propria stazione mobile informatizzata. Si tratta di una piattaforma tecnologica della Polizia di Stato per il controllo del territorio che consente una geolocalizzazione costante tramite l'invio delle coordinate cartografiche alla Centrale Operativa, che sarà dunque sempre informata in tempo reale sulla posizione delle proprie unità e potrà intervenire in maniere più rapida ed efficace in situazioni di emergenza. L'avanzatissimo sistema consente di compiere direttamente accertamenti sulle persone fermate in strada, di leggere automaticamente le targhe, riconoscendone al momento i numeri e le lettere con comparazione con quelli presenti nell'archivio delle auto rubate; se il riscontro è positivo allora gli agenti possono intervenire all'istante.

Rossella Montemurro